Customer Satisfaction


Redazione V+ Redazione V+

Dal volume N° 35

Metti un tigrotto al centro di tutto

UN INTERO STAFF AEROPORTUALE COLLABORA NEL RENDERE EROICO UN PUPAZZO PERDUTO: FACENDO FELICE IL SUO PADRONCINO

Premessa: Calvin & Hobbes è una delle migliori serie di fumetti di ogni epoca e
pianeta,  una  fonte  di  intelligente  e  sganasciante  divertimento. L’autore Bill
Waterson è sempre stato molto parco nel concedere l’utilizzo dei suoi personaggi,
quindi un pupazzo  della tigre Hobbes ha un valore immenso a prescindere
(almeno questo è il pacato e insindacabile parere di chi scrive).


Figuriamoci il valore che può avere per un bambino seienne – cioè l’esatta
incarnazione di Calvin – e che dispiacere sia perderlo...
È ciò che accaduto, ahimè, al piccolo Owen Lake, che partendo per quel di  Houston  con  i  suoi,  lo  ha  inavvertitamente  lasciato a terra all’aeroporto di  Tampa. Lacrime, moccio al naso, eccetera. Cosa fa allora lo staff? Lo prende e lo spedisce rattamente a Houston?  Lo impacchetta e lo spedisce alla (ora vuota) casa Lake? Lo tiene semplicemente su uno scaffale del “Lost & Found” fino al rientro della famigliola (in)felice? Che mancanza di fantasia!
Un tigrotto abbandonato va coccolato e a un bimbo affranto va proposto un ricordo felice: ecco allora l’intero aeroporto mobilitarsi per far vivere al peluche Hobbes la più epica delle avventure! Il tigrotto viene accompagnato in un viaggio dietro le quinte di un aeroporto, diventando protagonista di una esperienza “vip” ampiamente documentata. Il tutto con la collaborazione dei genitori di Owen, che vengono tenuti al corrente e rassicurano il bambino sul fatto che “Hobbes è in buone mani”.
Al ritorno della famiglia di Owen a Tampa, la festa conclusiva: con il direttore dell’aeroporto Tony D’Aiuto che riconsegna Hobbes al suo estatico proprietario e
gli regala un album con tutte le foto della fantastica avventura vissuta da Hobbes.
Finita qui? Naaah! La riconsegna del tigrotto al piccolo Owen avviene il 12 giugno, e l’aeroporto di Tampa pubblica un articolo nella parte blog del suo sito
e un post sulla pagina Facebook con la news e l’album fotografico della storia.
Bastano due o tre giorni per scatenare un piccolo inferno. Il 15 la storia appare
su uno dei blog fotografici più apprezzati, Bored Panda, ottenendo subito oltre 85 mila visualizzazioni e un volano di notorietà. Il 16 la storia viene ripresa dall’Huffington Post e dalla CNN; il tg di Fox News  dedica un servizio di quasi 3  minuti, con tanto di intervista a Owen abbracciato al suo Hobbes. Il reporter nota che il bimbo ha 6 anni ed è biondo, proprio come il Calvin dei fumetti, e forse anche questa casualità ha reso la perdita del suo tigrotto così coinvolgente.
Questo riscontro genera altro traffico sui social del Tampa International Airport:
e il post arriva a quasi 40 mila like (compreso quello di V+!) e oltre 16 mila
condivisioni.
Un’iniziativa nata spontaneamente dal team Lost&Found e dal direttore, tra le
altre cose porta persone ben lontane da Tampa a scoprire un aeroporto che fa
della relazione il suo fiore all’occhiello: i post sono frequenti, carini e curati; si
pubblicano  le  foto  dei  viaggiatori;  ogni  martedì  c’è  un  quiz  a  premi
sull’aeroporto, con il vincitore festeggiato via social... 
Una piccola storia normale grazie a un’idea e allo spirito partecipativo diventa
una grande  storia virale e definisce la centralità del  cliente come impegno speciale della compagnia.

Ispezione alla torre di controllo. Temporale in arrivo, tutti ai vostri posti!

Uhm...in  questa  giungla  ci  sta  bene  un  gelato.  Quello  arancione  al  gusto
“sanguinello” mi fa acquolina...

Sto solo dando una mano a trasportare dei bagagli al Marriot, non fate caso a me...

Una toilette guasta al gate 5? Pronto intervento, siamo sul pezzo!

La mia pelliccia sarà anti-incendio? In ogni caso, sono in ottime mani!

La cerimonia di consegna, con il direttore, lo staff e gli ufficiali